Come conservare al meglio le olive in casa

Indice

Durante il periodo della raccolta delle olive per la produzione di olio, è possibile metterne un po’ da parte per utilizzarle in cucina.

Per evitare che si deteriorino o marciscano è importante capire come conservarle correttamente.

Le possibilità per conservare le olive sono diverse, si può scegliere di metterle in salamoia oppure sotto sale come nel caso delle olive nere. 

Molto apprezzate sono anche le olive snocciolate sott’olio, utilizzate per arricchire gli antipasti e altri piatti. Vediamo come conservare le olive a casa con i metodi più comuni.

Conservare le olive in salamoia

La conservazione in salamoia è una delle più apprezzate e praticate in autunno, per essere efficace, le olive devono essere fresche di raccolto.

Subito dopo la raccolta vanno pulite con cura e tenute in ammollo nel sale, la cui percentuale deve essere contenuta tra il 10% e il 15%.

All’interno possono essere inserite anche delle erbe aromatiche, quali alloro, timo o altre a piacimento. Una volta al mese è preferibile cambiare l’acqua con la stessa metodologia delle volte precedenti.

Il procedimento di salatura delle olive con la salamoia dura circa 4 mesi, finito questo periodo si fa l’ultimo passaggio di acqua pulita e si possono consumare le olive. Riporre in un luogo fresco, asciutto e lontano dalla luce. 

Conservare le olive nere sotto sale

Se volete conservare le olive nere il metodo migliore è quello sotto sale, potrai seguire questo procedimento anche per conservare le olive verdi.

Come prima cosa bisogna lavare con cura le olive e fargli perdere l’acqua in eccesso. Vanno poi poste in barattoli di vetro: si fa uno strato di olive e uno di sale grosso e così via, fino a riempire l’intero recipiente. L’ultimo strato deve essere coperto con sale abbondante. 

Lasciare le olive nere a riposare per circa due settimane, dopodiché, rimuovere il sale in eccesso e utilizzare le olive. 

 

Conservare e produrre le olive snocciolate sott’olio 

Un altro metodo per conservare le olive a casa è quello del sott’olio che richiede l’uso di un buon olio EVO

Le olive vanno prima messe in salamoia, quindi devono subire il processo di salatura delle olive come descritto prima. Dopo questo processo deve essere rimosso il nocciolo con apposito macchinario o manualmente ed infine il prodotto finito e snocciolato può essere messo sott’olio evo, ti consigliamo il nostro Olio Fresia.

Come conservare le olive in frigo

Le olive possono essere conservate in frigorifero, tuttavia, per evitare che si formi muffa o che vadano a male, è importante seguire dei piccoli accorgimenti.

In particolare, per le olive sott’olio, qualora nel tempo l’olio scarseggi, è necessario aggiungerne sempre di nuovo fino a ricoprirle nuovamente del tutto. 

In tutti i casi, si possono conservare le olive in frigo ma sempre prestando attenzione alla chiusura del barattolo o del contenitore, che dovrà essere di tipo ermetico e garantire che non vi sia alcun passaggio d’aria.

Condividi questo articolo!

Articoli Correlati

Prodotti artigianali

Consigli su come usare il pesto in cucina

Quando si pensa al pesto ligure si è orientati a collocarlo immediatamente come condimento della pasta sia calda che fredda. Concepire il pesto ligure solo

Menu principale